Una panoramica sugli obblighi informativi per gli intermediari finanziari

Gli intermediari finanziari, in base alle disposizioni su indagini fiscali, accertamenti bancari, pignoramenti e sequestri, devono rispettare numerosi obblighi informativi nei confronti delle autorità, da attuare mediante modalità definite.

SADAS, per seguire le linee dettate dal quadro normativo nell’ottica di fornire strumenti a presidio degli obblighi informativi per gli intermediari finanziari, ha integrato la propria Suite Antiriciclaggio con moduli dedicati alla gestione dei flussi informativi con le Autorità puntando su una maggior efficienza e funzionalità integrate.

SH_ADE, SH_AB, SH_PIG e SH_FUG agiscono in ambiti diversi, hanno però in comune l’obiettivo di supportare i soggetti destinatari della normativa nella raccolta delle informazioni necessarie e a facilitare le comunicazioni con le Autorità.

obblighi informativi per gli intermediari finanziari

Tratteremo i seguenti punti, per dare una visione d’insieme delle necessità sopraggiunte in base agli aggiornamenti normativi e illustreremo come SADAS può supportare i propri clienti con i propri strumenti a presidio degli obblighi informativi per gli intermediari finanziari:

  • Indagini fiscali
    • Quadro normativo
    • SH_ADE
  • Accertamenti Bancari
    • Disposizioni dal codice di procedura penale
    • SH_AB
  • Pignoramenti
    • Contesto
    • SH_PIG
  • Sequestri
    • Riferimenti legislativi
    • SH_FUG
  • Le soluzioni SADAS
  • Funzionalità
  • Vantaggi

I riferimenti normativi rientrano nell’ambito di indagini fiscali, accertamenti bancari, pignoramenti e sequestri. Per ognuno di questi, le Autorità hanno definito le modalità di comunicazione a cui sono esposti gli intermediari finanziari coinvolti.

Contattaci per maggiori informazioni

Indagini fiscali

Quadro normativo

Il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate (anche AdE) emanato il 22 dicembre 2005 (e successive integrazioni) ha definito le norme tecniche necessarie per lo scambio telematico delle richieste e delle risposte tra gli organi preposti al controllo e gli operatori finanziari.

SH_ADE

Per rispondere agli obblighi informativi a cui potrebbero essere esposti gli operatori finanziari in seguito ad indagini fiscali, SADAS ha sviluppato il modulo SH_ADE che permette da un lato l’acquisizione e la decodifica delle richieste di accertamento dell’Agenzia delle Entrate e dall’altro, attraverso arricchimento automatico o opportuno Data Entry, la composizione della risposta e il salvataggio di quest’ultima nel formato richiesto (XML).

In sintesi, le peculiarità di SH_ADE sono:

  1. Import e decodifica formato XML richiesta di AdE
  2. Completamento manuale (data entry) della risposta/arricchimento automatizzato
  3. Codifica nel formato XML e salvataggio della risposta
  4. Storicizzazione richieste e risposte

Per saperne di più vai sulla pagina prodotto di SH_ADE

Accertamenti Bancari

Disposizioni dal codice di procedura penale

In base all’art. 248 c.p.p., la banca può ricevere delle richieste di informazioni in merito ai propri clienti da parte dell’autorità giudiziaria o dagli ufficiali di polizia giudiziaria delegati da questa.

Le informazioni possono riguardare atti, documentazione, dati, informazioni, corrispondenza, e vengono richiesti ai fini di rintracciare beni da sottoporre a sequestro, oppure per accertare fatti o situazioni che potrebbero rivelarsi utili a fine di indagine.

SH_AB

Per gli operatori finanziari diventa prezioso dotarsi di uno strumento di supporto alla gestione centralizzata e puntuale delle richieste di accertamenti bancari provenienti dalle autorità giudiziarie.

Il prodotto SH_AB della suite dedicata ai prodotti deputati alla mitigazione e al monitoraggio del rischio di riciclaggio, consente, attraverso un canale di trasmissione certificato, lo scambio delle richieste con le autorità competenti. A partire dalla richiesta classificata e protocollata, è possibile gestire il flusso delle varie fasi di lavorazione della pratica, fino alla preparazione della risposta secondo i tracciati e le modalità previste dalla normativa.

Per saperne di più vai sulla pagina prodotto di SH_AB

Pignoramenti

Contesto

Gli istituti di credito potrebbero essere considerati parte terza di un processo civile di pignoramento, nei casi in cui un cliente sia destinatario di un titolo esecutivo, poiché hanno il possesso delle somme di denaro e dei beni del soggetto debitore.

L’art. 547 c.p.c. stabilisce, infatti, che la Banca in possesso di somme del debitore, oggetto di un atto di citazione del creditore procedente, ha l’obbligo di fare una dichiarazione entro dieci giorni a mezzo raccomandata o a mezzo di posta elettronica certificata indicando:

  • Beni o somme in possesso;
  • Se sono presenti eventuali precedenti sequestri o cessioni presso il debitore.

In caso di mancata dichiarazione, la parte terza sarà obbligata a presentarsi in udienza per svolgere tale dichiarazione.

SH_PIG

In base all’art. 547 c.p.c. la Banca potrebbe essere in possesso di somme oggetto di un processo di pignoramento e pertanto, come parte terza coinvolta, avrebbe l’obbligo di informare le Autorità mediante i mezzi di comunicazione idonei. SADAS, a vantaggio degli operatori finanziari, ha sviluppato il modulo SH_PIG che va ad integrare la suite di prodotti dedicati all’antiriciclaggio, con uno strumento volto a centralizzare l’intera gestione di richieste di approfondimento grazie ad un’acquisizione automatica dei dati e ad un processo di controllo di tutti gli stakeholder coinvolti, definendone ruoli e responsabilità all’interno dei processi di pignoramento.

Per saperne di più vai sulla pagina prodotto di SH_PIG

Contattaci per maggiori informazioni

Sequestri

Riferimenti legislativi

Al fine di far confluire i dovuti rapporti e somme al Fondo Unico Giustizia (art. 2 comma 2 del DL n. 143/2008), gli intermediari finanziari e assicurativi devono mandare a Equitalia Giustizia i flussi informativi, mediante il sistema Entratel dell’Agenzia delle Entrate.

SH_FUG

Gli operatori bancari e assicurativi sono dunque oggetto anche degli obblighi informativi sulle somme e sui rapporti sequestrati.

SADAS ha sviluppato, all’interno della Suite dei prodotti per l’antiriciclaggio, SH_FUG, uno strumento in grado di centralizzare tutte le richieste di accertamento in seguito a situazioni di sequestro, definendo un processo automatico standard per raccogliere le informazioni e disporre i flussi informativi in riferimento alle risorse da far confluire all’interno del FUG.

Per saperne di più vai sulla pagina prodotto di SH_FUG

Soluzioni Sadas

Funzionalità

I moduli citati consistono in applicazioni che fanno riferimento ad uno stesso WorkFlow Management System che segue tutto il ciclo vita delle singole pratiche censite adattandosi però alle peculiarità dei vari flowchart che caratterizzano le tipologie relative a indagini fiscali, accertamenti bancari, pignoramenti e sequestri.

Le funzionalità principali e comuni ai moduli possono essere riassunte in:

  • Scambio di richieste e risposte con le autorità competenti
  • Principale canale di comunicazione identificato nella Posta Elettronica Certificata (PEC)
  • Apertura della pratica a partire dalla richiesta protocollata
  • Presa in carico, lavorazione e completamento della pratica
  • Attivazione dei processi richiesti
  • Preparazione della risposta secondo i tracciati e le modalità previste dalla normativa
  • Diagnostico sia formale che di consistenza della risposta
  • Autenticazione dei messaggi, possibilità di identificazione mediante firma digitale a valore legale
  • Invio delle risposte secondo le specifiche normative
  • Conservazione dello storico per consultazione

Vantaggi

Sebbene i moduli si riferiscono a fenomeni con soggetti, obblighi e normative diverse, permettono di avere una visione di insieme dei flussi informativi, dato che seguono tutti uno stesso ciclo di vita, che risponde a un sistema centralizzato di gestione di eventi e processi che riceve le richieste, le inoltra agli uffici di competenza, predispone le singole pratiche, acquisisce le informazioni necessarie, controlla le azioni secondo le regole definite e predispone le risposte con invio telematico.

Questa centralizzazione è il vantaggio principale che accomuna tali strumenti poiché permette di avere un presidio a 360° a supporto di chi è delegato a monitorare i singoli processi.

Contattaci per maggiori informazioni

Rimani aggiornato sulle novità Sadas! Iscriviti alla newsletter






Confermo di avere almeno 16 anni
Accetto termini e condizioni di tutela della privacy

Rimani aggiornato sulle novità di Sadas! Iscriviti alla newsletter





Confermo di avere almeno 16 anni
Accetto termini e condizioni di tutela della privacy